Anche le immagini dei test di ingegneria del telescopio Webb sono riuscite a stupire

Ingrandisci / Questa immagine di prova del sensore di guida di precisione è stata acquisita parallelamente all’imaging della stella HD147980 di NIRCam in otto giorni all’inizio di maggio.

Team NASA, CSA e FGS

Mancano ormai solo cinque giorni al rilascio pubblico delle prime immagini scientifiche dal James Webb Space Telescope e le aspettative crescono in modo esponenziale. Dopo più di due decenni e 10 miliardi di dollari, è tempo che Webb ripaghi.

Le prime indicazioni sono che lo farà.

Mercoledì sera, la NASA ha rilasciato un’immagine di “test” dal telescopio indicando che le imminenti immagini e dati scientifici saranno sorprendenti. La versione dell’immagine di prova, che la NASA dice casualmente è “tra le immagini più profonde dell’universo mai scattate”, sembra un’immagine flessibile perché è troppo buona per una semplice immagine geometrica.

L’agenzia spaziale ha raccolto l’immagine a fine maggio durante un test di stabilità di una settimana volto a dimostrare le capacità del sensore di guida di precisione del telescopio. Questo strumento aiuta Webb a trovare e fissare obiettivi astronomici su di esso ed è stato costruito dall’Agenzia spaziale canadese.

“L’immagine del test di ingegneria risultante ha alcune qualità approssimative”, ha detto la NASA In un comunicato stampa. “Non è ottimizzato per essere un’osservazione scientifica; invece, i dati sono stati presi per testare quanto bene il telescopio possa rimanere agganciato al bersaglio, ma piuttosto indicano la potenza del telescopio. Porta alcuni dei segni distintivi delle viste Webb prodotte durante i preparativi post-lancio. Le stelle luminose si distinguono con sei spine di diffrazione lunghe e ben definite, un effetto causato dai segmenti esagonali dello specchio Webb. Dopo le stelle, riempiono quasi intere galassie di fondo”.

READ  Emmanuel Emu malato dopo le oche selvatiche, l'influenza aviaria colpisce una fattoria della Florida

La maggior parte degli oggetti in questa immagine non sono stelle, ma in realtà sono galassie lontane. Questi sono i tipi di galassie che gli astronomi sono desiderosi di studiare, poiché riveleranno informazioni sull’universo primordiale. Poiché era destinata solo a test ingegneristici, questa immagine non utilizza filtri colorati che consentono agli astronomi di valutare l’età delle galassie nell’immagine, ma mostra piuttosto una struttura dettagliata in galassie lontane.

Per inciso, il test di stabilità è stato un successo e Webb ha recentemente raccolto i dati con tutti i suoi strumenti scientifici attivi e funzionanti. Vedremo i frutti di questo lavoro in soli cinque giorni, a partire dalle 10:30 ET (14:30 UTC).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.