Anas Jaber e 10 atlete arabe da tenere d’occhio nel 2022

Anas Jaber (Tunisia) – tennis

Instagram | Sito di social network Facebook | Twitter

La tunisina continua la sua storica ascesa nel ranking WTA e inizia la sua campagna 2022 al numero 10 del mondo.

Il 27enne si è divertito a fare la storia nel 2021, diventando il primo giocatore arabo – uomo o donna – a raggiungere la top ten del tennis, raggiungendo il settimo posto a novembre.

È diventata la prima donna araba a vincere un titolo WTA quando ha trionfato a Birmingham lo scorso giugno, e in seguito è diventata la prima donna araba a raggiungere i quarti di finale di Wimbledon.

“Sai, sono una persona che ama le sfide e soprattutto mi piace dire obiettivi ad alta voce. Voglio continuare a battere i record, voglio continuare a fare la storia e dare più esempi agli atleti là fuori”, ha detto Jaber ai giornalisti ad Abu Dhabi lo scorso mese.

“Voglio continuare il mio viaggio ed essere in grado di vincere più titoli e dimostrare che merito di essere nella top 10. Sono molto ambizioso per il prossimo anno, espanderò di più la squadra, ti farò sapere quando tutto è confermato e speriamo che sia una grande stagione”.

Hamda Al Qubaisi (UAE) – Motorsport

Instagram | Twitter

Dopo aver già collezionato sei vittorie nell’UAE F4 Championship, la teenager emiratina ha fatto la storia nel 2021, diventando la prima donna a salire sul podio dell’Italian F4 Championship, arrivando terza a Misano lo scorso giugno.

“Che bella sensazione! Ho ottenuto il mio primo podio, ed è stato del tutto inaspettato. “Ovviamente sapevo di avere la velocità e di poter raggiungere i primi tre, ma è stato un sogno diventato realtà per me”, ha detto Al Qubaisi dopo la gara.

La diciannovenne di Abu Dhabi, seguendo le orme del padre Khaled e della sorella maggiore Amna, ha lasciato un segno indelebile alle gare in Italia per il Prema Powerteam e non vede l’ora di ottenere ulteriori successi quest’anno in Formula 4 e il Campionato Regionale di Formula Asiatica.

Farah Jeffrey (Arabia Saudita) – calcio

Instagram | Twitter | Sito di social network Facebook

READ  Milan fa trasferire Messias sempre all'ex fattorino | Il Guardian Nigeria Notizie

Jeffrey e i Jeddah Eagles sono stati appena incoronati campioni della Western Region nella Saudi Women’s Football League.

Nell’edizione inaugurale del campionato, il giovane saudita si è classificato capocannoniere del campionato a soli 17 anni.

Il centrocampista ora ha 18 anni ed è stato recentemente descritto in una foto di Instagram di Zinedine Zidane, dove ha incontrato Jafri e il calciatore degli Emirati Nouf Al-Enezi come parte di una campagna per il co-sponsor Adidas.

“Grazie per aver condiviso con me la tua passione per il calcio. Continua il tuo viaggio”, ha scritto Zidane nella didascalia.

Jeffrey è la prima donna saudita ad essere nominata ambasciatrice di Adidas ed è entusiasta di avere un ruolo nella promozione dello sport femminile nel paese.

Ha detto: “Sono felice dello sviluppo del calcio femminile nel Regno dell’Arabia Saudita e aspiro a fare di più nella speranza che possa far luce su più talenti femminili”.

Hana Gouda (Egitto) – tennis da tavolo

Instagram | Sito di social network Facebook

Nel dicembre 2019, quando aveva solo 12 anni, Gouda è diventata la prima africana ad essere classificata al primo posto nella categoria ITTF Under-15 Trainee.

Lo scorso settembre, all’età di 13 anni, la prodigio egiziana Dina Meshref ha sconfitto la giocatrice africana di maggior successo 4-2 in semifinale diventando la più giovane giocatrice nella storia dell’African Table Tennis Championship.

Ai Campionati mondiali giovanili ITTF del mese scorso, Goda ha vinto l’oro nel doppio femminile under 15 e l’argento nel singolare, ponendo fine alla sua storica pietra miliare del 2021 in grande stile.

Ora 14, Jodha è 4° nella classifica mondiale delle giovanili, tra i giocatori di età inferiore ai 19 anni.

Campione olimpico in divenire, il viaggio di Gouda è già straordinario e ha già puntato a fare più storia nel 2022.

Maha Haddioui (Marocco) – Golf

Instagram | Sito di social network Facebook | Twitter

La 33enne marocchina è la prima donna araba ad avere i privilegi di giocare nel Women’s European Tour e ha appena concluso la sua undicesima stagione completa sul ring.

READ  'ovviamente no!' Sam Warburton ha appena rovinato l'idea che il Sudafrica si unisca ai Sei in TV

Nel 2021, Hadioui si è qualificata per le Olimpiadi per la seconda volta consecutiva, stordendo un ace alla settima buca del secondo turno prima di concludere la sua campagna a Tokyo con il 43° posto.

La stagione 2021 della residente di Agadir è stata evidenziata dal suo 11° posto nel Czech Women’s Open e, più recentemente, 8° posto nell’evento Aramco Team Series a Jeddah.

Nour El Tayeb (Egitto) – Squash

Instagram | Sito di social network Facebook | Twitter

Di ritorno dal congedo di maternità, l’ex numero 3 del mondo è tornata con successo al PSA Tour poche settimane fa, battendo la connazionale Hana Ramadan per raggiungere i quarti di finale del CIB Squash Open Black Ball, appena cinque mesi dopo la nascita di suo figlio. Figlia unica.

El-Tayeb, che è scesa al nono posto nella classifica mondiale, sta cercando di risalire e sfidare i compagni egiziani Nour El-Sherbiny e Nouran Gohar per il comando.

Riuscirà la 28enne a ritrovare la sua forma migliore e raggiungere il livello più alto come nuova mamma? Sarebbe interessante scoprirlo.

Mayar Sherif (Egitto) – Tennis

Instagram | Sito di social network Facebook | Twitter

La prima egiziana a vincere il titolo WTA 125, la prima egiziana a vincere una partita del Grande Slam, la prima egiziana a raggiungere la finale WTA e la prima donna egiziana a raggiungere la vetta dei 100… L’elenco completo delle priorità di Sherif nel 2021 guadagnato lei una nomination per il Newcomer Award Novità di quest’anno.

Il Cairo ha terminato la sua stagione 61esima nel mondo e cercherà nuove vette mentre una nuova campagna prende il via questo mese in Australia.

READ  Euro 2020 Round 30: Tutti gli occhi sono puntati su Wembley mentre Inghilterra e Italia si preparano per la finale

Manon Awais (Libano) – Sci alpino

Instagram | Twitter

L’atleta libanese di 21 anni si è qualificata per le Olimpiadi invernali di Pechino 2022, dove gareggerà sia nello slalom che nello slalom gigante.

Attualmente in allenamento presso la loro base vicino a Les 3 Vallées in Francia, Ouaiss ha goduto di una solida campagna nella stagione 2020-21 con quattro vittorie nello slalom Cedars e nello slalom gigante e prestazioni impressionanti agli eventi FIS in Montenegro.

Farida Othman (Egitto) – nuoto

Instagram | Sito di social network Facebook | Twitter

Il nuotatore egiziano di maggior successo si è ripreso dalle impegnative Olimpiadi di Tokyo 2020 con alcune ottime prestazioni ai Campionati del mondo di Abu Dhabi il mese scorso, raggiungendo la finale e le semifinali dei 100 m farfalla nei 50 m stile libero e 50 m farfalla.

Il tre volte detentore del record olimpico e due volte medaglia di bronzo ai Campionati del mondo sta cercando di raggiungere i migliori tempi la prossima stagione, con un occhio ai Campionati mondiali di nuoto a Fukuoka a maggio.

Laila Al-Khatib (UAE) – nuoto

All’età di 15 anni, Al-Khatib ha già rappresentato gli Emirati Arabi Uniti ai Mondiali, grazie all’indennità che ha ricevuto per competere ad Abu Dhabi il mese scorso.

La giovane atleta ha recentemente vinto due medaglie d’oro e una di bronzo agli Arab Swimming Group Championships negli Emirati Arabi Uniti e sta cercando di fare un altro passo avanti nella sua giovane carriera nel 2022.

Aggiornato: 2 gennaio 2022, 05:09

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.