Ambasciatore russo: i lavoratori nordcoreani possono essere inviati a ricostruire il Donbass in Corea del Nord

La Corea del Nord potrebbe inviare lavoratori in due aree controllate dalla Russia a est Ucrainasecondo l’ambasciatore russo a Pyongyang, una mossa che rappresenterebbe una sfida alle sanzioni internazionali contro il programma di armi nucleari della Corea del Nord.

secondo NK notizieL’ambasciatore Alexander Matsegora, un sito web con sede a Seoul, ha affermato che i lavoratori nordcoreani possono aiutare a ricostruire le infrastrutture danneggiate dalla guerra nelle autoproclamate repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk.

Matsegora ha affermato che probabilmente ci saranno “molte opportunità” per la cooperazione economica tra il Nord e le repubbliche dichiarate unilateralmente della regione ucraina del Donbass, nonostante le sanzioni delle Nazioni Unite.

“Costruttori coreani altamente qualificati e laboriosi, in grado di lavorare nelle condizioni più difficili, possono aiutarci a ripristinare le nostre strutture sociali, infrastrutturali e industriali”, ha detto in un’intervista al quotidiano russo Izvestia, secondo NK News.

I suoi commenti arrivano tra pochi giorni Corea del nord È diventato uno dei pochi paesi a riconoscere le due regioni, accusando il governo ucraino di far parte dell’atteggiamento “ostile” di Washington nei confronti di Pyongyang.

“L’Ucraina non ha il diritto di sollevare una questione o opporsi al nostro legittimo esercizio della sovranità dopo aver commesso un atto gravemente ingiusto e ingiusto tra le nazioni aderendo attivamente alla politica ostile ingiusta e illegale degli Stati Uniti in passato”, il ministero degli Esteri della Corea del Nord disse.

In risposta, l’Ucraina arrabbiata ha interrotto i legami diplomatici con la Corea del Nord, accusandola di minare la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina.

Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, ha affermato che la richiesta di sostegno della Russia alla Corea del Nord ha mostrato che Mosca “non ha più alleati nel mondo, ad eccezione dei paesi da cui dipende finanziariamente e politicamente”.

L’Ucraina ha già sospeso i contatti politici ed economici con la Corea del Nord nell’ambito delle sanzioni guidate dalle Nazioni Unite volte a fare pressione su Pyongyang per smantellare i suoi programmi di missili nucleari e balistici.

La Corea del Nord ha tradizionalmente acquisito una valuta estera tanto necessaria Mandare i propri cittadini a lavorare all’estero. In base alle sanzioni delle Nazioni Unite, avrebbero dovuto essere rimpatriati entro la fine del 2019, ma un gran numero di lavoratori nordcoreani avrebbe continuato a lavorare in Russia e Cina, oltre che in Laos e Vietnam, dopo la scadenza.

Matsegura ha lasciato aperta la possibilità di un altro confronto con le Nazioni Unite sulle sanzioni dopo aver suggerito che le fabbriche e le centrali elettriche nordcoreane costruite durante l’era sovietica potrebbero utilizzare attrezzature costruite nella regione del Donbas, dove le forze sostenute da Mosca combattono l’Ucraina dal 2014.

Ciò violerebbe un divieto delle Nazioni Unite, imposto dalle Nazioni Unite alla fine del 2017, sull’acquisizione da parte della Corea del Nord di macchinari industriali, apparecchiature elettroniche e altri articoli.

NK News ha affermato che Matsegura ha riconosciuto che le sanzioni potrebbero contrastare i tentativi di stabilire una relazione commerciale tra le due repubbliche e la Corea del Nord, ma ha affermato che i legami economici erano “pienamente giustificati”.

NK News ha citato Joo Myung-hyun, ricercatore presso l’Asan Institute for Political Studies di Seoul, dicendo che la cooperazione economica garantirà che la Russia, membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che ha imposto sanzioni al Nord, possa diventare uno stato canaglia.

“Una volta che la Russia violerà le sanzioni che ha autorizzato, il Consiglio di sicurezza sarà seriamente minato”, ha detto Joe.

READ  Tre sorelle uccise in 'violento incidente' a Dublino | notizie dal mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.