Aggiornamenti di notizie in tempo reale: i dirigenti della Royal Post scioperano per la proposta di tagli di posti di lavoro

Il vice primo ministro britannico ha affermato che un’indagine su una precedente denuncia contro Chris Pincher non aveva raccomandato “azioni disciplinari formali”, con un ex alto funzionario del governo che ha accusato il governo di disonestà.

Pincher, che ha supervisionato la disciplina e il benessere del partito all’interno del Partito conservatore, ha rassegnato le dimissioni dal suo incarico la scorsa settimana dopo le accuse di condotta impropria.

Tuttavia, martedì il vice primo ministro ha riconosciuto che c’era stata una precedente accusa di cattiva condotta professionale contro Pincher.

“C’è stata una denuncia fatta da qualcuno con cui lavora [in the Foreign Office] A proposito di comportamenti inappropriati”, ha detto Dominic Raab a Sky News.

Raab ha affermato di essere d’accordo sul fatto che la denuncia “deve essere esaminata sotto gli auspici dei servizi civili, per garantire che sia stata eseguita senza timore o favore”.

Ha aggiunto che la revisione “non raccomandava un’azione disciplinare formale”. Tuttavia, Rapp ha detto di aver parlato con “Pincher del comportamento inappropriato e di averlo spiegato senza mezzi termini [that] Deve fermarsi, non deve più ripetersi”.

La questione è stata anche deferita al team di fitness ed etica dell’ufficio di gabinetto per “ulteriore garanzia”, ​​ha affermato Raab. Il collegio ha ritenuto che il caso non giustificasse ulteriori azioni ai sensi della legge ministeriale.

La notizia è arrivata quando Lord Simon MacDonald, un ex segretario permanente del Ministero degli Esteri, ha scritto martedì che Pincher era sotto indagine ufficiale mentre era ministro nel dipartimento nel 2019 e che il primo ministro Boris Johnson era stato informato.

READ  Lodate il padrone di casa dopo aver venduto la casa e dividete i profitti con gli inquilini che hanno contribuito a estinguere il mutuo

in Messaggio MacDonald ha detto al Parliamentary Standards Commissioner che l’affermazione originale del numero 10 secondo cui Johnson non era a conoscenza di “accuse specifiche” sul comportamento di Pincher era “errata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.