Ademola Lookman si sta godendo la vita in Italia

L’attaccante nigeriano Ademola Lookman ha ammesso che si sta divertendo in Italia dopo il suo trasferimento dalla Germania all’Atalanta.

La dichiarazione arriva meno di tre settimane dopo il suo arrivo in Serie A italiana dall’RB Lipsia.

L’esterno 24enne ha completato una mossa definitiva per unirsi ai Neroblu per 9 milioni di euro più bonus legati alle prestazioni, trascorrendo la stagione 2021/22 in prestito alla squadra inglese del Leicester City.

Mentre era con i Foxes, il nazionale nigeriano è stato molto dignitoso dal suo ritorno in Inghilterra, segnando otto gol in 42 presenze, ma la squadra di Brendan Rodgers non è stata in grado di ingaggiare l’ala in modo permanente a causa della valutazione di 15 milioni di euro del Lipsia.

Nel frattempo, dal suo trasferimento in Italia, il nigeriano è stato coinvolto in tre gol (un gol e due assist) nelle sue cinque presenze finora.

Nel quinto giorno del torneo, Lookman è stato al centro di tutto ciò che ha fatto Atlanta. Ha prodotto un’altra bella prestazione per impostare il primo gol di Rasmus Hojlund prima che il difensore Marlon Santos da Silva Barbosa mandasse in rete il suo tiro di testa per assicurarsi la vittoria allo stadio Briançon.

Reagendo alla vittoria secondo Monza-news.it, il nigeriano ha riconosciuto la difficoltà del campionato ma ha detto che si è divertito a giocarci.

“Sicuramente, il secondo tempo è stato migliore”, ha detto Lookman.

“Penso che abbiamo creato più occasioni nel secondo tempo; Abbiamo giocato bene. E abbiamo vinto la partita.

“Mi piace il calcio italiano. È difficile; È un calcio duro: mi sto adattando sempre di più e sto lavorando sodo per migliorare.

READ  Dalle calette nascoste alle riserve naturali, l'Italia ha alcune delle spiagge più diverse d'Europa. Ecco le scelte migliori.

Sul secondo gol assegnato al Barbosa: “Penso che il gol del 2-0 sia mio. Ripeto, il gol è mio. Ma l’importante è che abbiamo preso i tre punti e siamo primi.

“La cosa più importante è prendere 13 punti e guidare. Stiamo vincendo. È una testimonianza del nostro lavoro in campo e del nostro allenamento quotidiano, della nostra voglia di migliorarci e di essere sempre migliori.

Questo articolo è stato modificato e aggiornato più di recente 2 minuti fa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.