“Addio al re”: come hanno reagito i giornali di tutto il mondo alla morte di Pelé

La morte del grande calciatore Pelé giovedì ha suscitato dolore in tutto il mondo mentre i giornali di tutto il mondo si sono affrettati a rendere omaggio al tre volte vincitore della Coppa del Mondo.

Ecco la reazione di alcuni giornali:

Il quotidiano brasiliano O Globo ha pubblicato quattro edizioni per celebrare i momenti famosi di Pelé in ciascuna delle sue vittorie ai Mondiali con il Brasile nel 1958, 1962 e 1970, nonché per ricordare i suoi 1.000 gol.

Su ogni copertina leggi le semplici parole “Pele Eterno” che si traduce in inglese come “Pele Eternal”.

Il quotidiano spagnolo AS ha scelto di condividere la prima pagina utilizzando un’immagine dei piedi di Pelé su uno sfondo semplice. Sotto l’immagine, leggi “O Rei” in stampatello, il soprannome dato a Pelé come “Il Re” in portoghese, a cui molti si riferivano durante il suo periodo di gioco.

Il quotidiano francese L’Equipe ha in prima pagina un Pelé sorridente nella sua tradizionale Selecao a strisce gialle. Ad accompagnare l’immagine di Pelé ci sono le parole “Il etaut un roi”, che significa “era re” in francese, e il giornale ha reso omaggio alla leggenda del calcio dedicando 22 pagine all’interno della copia a Pelé.

Un altro quotidiano francese, Liberation, ha pubblicato una foto in bianco e nero di Pelé, in topless ma avvolto in un cappotto durante la Coppa del Mondo del 1966, che si guarda alle spalle con migliaia di fan che guardano dagli spalti sullo sfondo.

Accanto a lui ha letto le parole “Pelé Silíciao – Legendary Footballer de L’Equipe de Brasil, Champion France World Champion, S morte guidi 82 anos”, che tradotto come “Leggendario calciatore della squadra brasiliana, tre volte campione del mondo, è morto Giovedì 82 anni”.

READ  Necrologio di James "Jim" Soriano - Press & Solar News

Il Corriere dello Sport italiano ha scelto la prima pagina della celebrazione di Pelé con tifosi e compagni di squadra quando il Brasile è stato incoronato vincitore per 4-1 nella Coppa del Mondo del 1970 contro l’Italia.

‘Aveva 82 anni, era malato da tempo tre titoli mondiali con il brasil. Una Fantastica Carrera da 1.281 gol nel ’70 la magia in finale con l’italia’ Ho letto le parole in prima pagina, che descrivono la “magia” che lui e la squadra brasiliana hanno portato alla vittoria del Trofeo Jules Rimet.

“Pelé” è stato scritto a caratteri cubitali sulla pagina dal quotidiano spagnolo Marca, accompagnato da una piccola foto di lui che festeggia con il compagno di squadra Jairzinho dopo aver fornito l’assist a Carlos Alberto per segnare il quarto gol del Brasile nella finale della Coppa del Mondo 1970.

L’Estadao, con sede a San Paolo, si è spogliato del colore sul davanti del suo lenzuolo, mostrando Pelé con la silhouette della sua maglia numero 10 mentre giocava per il Santos per ricordare la sua carriera nel club.

“Adios Al rey del futbol” è stato elogiato dal quotidiano messicano La Razon, leggendo “Addio al re del calcio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.