Absence of Eden: Zoe Saldana è in missione per sfidare l’idea sbagliata sull’immigrazione; Leggi i dettagli

Al 69° Taormina Film Festival in Italia, Zoe Saldana ha parlato del suo prossimo film, The Absence of Eden. Ha anche parlato delle idee sbagliate sull’immigrazione e del suo scopo nel sfidarla. Ecco tutto ciò che dovresti sapere sullo stesso.

Zoe Saldana parla dell’incomprensione dell’immigrazione

Durante una recente intervista con Deadline al 69° Taormina Film Festival in Italia, Zoe Saldana ha affermato che il suo obiettivo è quello di sfidare le idee sbagliate sull’immigrazione. Il suo prossimo film, The Absence of Eden, è basato sul tema dell’immigrazione e segna l’esordio alla regia del marito, Marco Perego.

Durante la sessione di The Absence of Eden, Zoe Saldaña ha detto: “Metti su una rete di notizie e ascolterai una conversazione, ascolterai un titolo sull’immigrazione. Penso che l’immigrazione sia un argomento molto stratificato. È molto complesso e non è giusto o sbagliato, buono o cattivo, di sinistra o di destra. “Giusto. È un problema umano.”

In precedenza, durante un’intervista con Variety, Zoe Saldaña ha toccato l’immagine negativa dei latini anche quando costituiscono gran parte dell’economia americana. L’attrice ha detto: “Compriamo le nostre case. Prendiamo in prestito dalle banche, avviamo le nostre attività e ci iscriviamo a scuola a un tasso molto più alto rispetto a molte comunità in America, eppure le nostre storie nelle notizie e nei media sono negative”.

dell’assenza di Aden

The Absence of Eden segue la vita di un immigrato senza documenti (interpretato da Zoe Saldaña) al confine meridionale degli Stati Uniti. Collaborando con l’immigrazione e le forze dell’ordine degli Stati Uniti di fronte a un dilemma morale, un immigrato clandestino tenta di salvare la vita di una ragazza innocente.

READ  Netflix porta i giochi per dispositivi mobili agli abbonati su Android

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *