A un uomo della Florida viene rimosso l'intestino dal corpo in un ristorante

Un uomo della Florida, che stava cenando in un ristorante con la moglie, ha recentemente starnutito con tale forza che parti del suo intestino sono state espulse dal suo corpo attraverso una ferita chirurgica, hanno detto i ricercatori.

Il caso è stato pubblicato in Edizione di maggio 2024 Subordinare Giornale americano dei rapporti di casi mediciL'uomo senza nome è descritto come un uomo di 63 anni con una storia di cancro alla prostata.

Mentre era in cura per una recidiva di cancro, ha dovuto affrontare varie complicazioni di salute e l'uomo è stato sottoposto a cistectomia, un'operazione per rimuovere la vescica urinaria, 15 giorni prima dell'incidente della cena, che lo ha portato a riprendersi da una ferita chirurgica all'addome.

La mattina dello starnuto, i medici dell'uomo riferirono che si stava riprendendo bene e che poteva rimuovere i punti metallici che tenevano insieme la ferita.

Lui e sua moglie sono andati a fare colazione al ristorante per festeggiare.

“Mentre faceva colazione, l'uomo ha starnutito con forza, poi ha tossito. Ha subito notato una sensazione di 'bagnato' e dolore nella parte inferiore dell'addome. Quando ha guardato in basso, ha notato diversi anelli di intestino rosa che sporgevano dal sito del suo recente intervento chirurgico,” hanno scritto i ricercatori.

L'uomo è rimasto stordito, ha coperto la protuberanza con la maglietta e ha pensato di recarsi in ospedale, ma temeva che cambiare posizione avrebbe aggravato la ferita e ha chiamato invece un'ambulanza.

READ  Esperti per indagare sulle possibili "conseguenze" di una stazione spaziale volatile

I paramedici arrivati ​​hanno coperto la ferita con una benda, hanno dato all'uomo degli antidolorifici e lo hanno portato in un vicino ospedale.

Lì, le misurazioni hanno mostrato che i suoi segni vitali erano entro limiti normali.

Lo studio continua: “Tre chirurghi urologici hanno ritirato con attenzione l'intestino eviscerato nella cavità addominale. Hanno esaminato l'intera lunghezza dell'intestino tenue e non hanno osservato prove di lesioni”.

La rivista sottolinea che questo tema è importante perché colma le lacune nella letteratura sulla dissociazione, cioè sull’esplosione delle ferite.

L'articolo conclude: “Sebbene la deiscenza della ferita sia una complicanza ben nota, questa condizione è importante perché l'eviscerazione attraverso il sito chirurgico addominale dopo la cistectomia non è stata ben descritta nella letteratura medica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *